Salvatore Federico

Quella delle vacche sacre è un’usanza che risale ormai a molti decenni addietro, ma che resiste tuttora conservando il suo valore simbolico. I bovini che pascolano liberi sull’Aspromonte, sulle Serre, sullo Zomaro, nella Piana, incarnano ancora il legame della ‘ndrangheta con la sua origine agro-pastorale. Nel 2005, un oculista dell’ospedale di Locri, Fortunato La Rosa, fu ammazzato proprio perché, stabilirono le indagini, aveva ripetutamente allontanato decine di vacche sacre dai suoi possedimenti di campagna.